Fabio Marino è nato nel 1976 a Enna, dove ha scelto di vivere e lavorare. Negli anni ‘90 scopre, con una reflex 35mm, la fotografia come strumento espressivo e da allora prosegue sempre con immutata curiosità e per passione la sua attività di fotografo.

Laureato in giornalismo, approfondisce lo studio della cultura visuale e della comunicazione con le immagini fondendo l’approccio pratico e sperimentale con quello della conoscenza teorica.

Il suo lavoro fotografico tende spesso al “racconto”, e trova il suo punto di forza nella ricerca privata del potere emozionale della rappresentazione. Del linguaggio visuale predilige la possibilità di giocare con l’ordine interno degli elementi, ama il rigore compositivo ma non disdegna, di tanto in tanto, di riuscire a stravolgerlo. Le sue immagini sono documenti e visioni schiette e poetiche del nostro tempo.

Negli anni universitari collabora con riviste locali come “Enna Provincia”, “Dedalo” e “Vivienna” pubblicando foto e reportage legati al territorio; ottiene, inoltre, qualche pubblicazione per riviste nazionali come “Italiapiù” e “Il Fotografo”.

Nel 2008, assieme a cinque soci, fonda Photohouse, prima associazione fotografica della provincia di Enna che negli anni conterà fino a cento associati, divenendo riferimento per tutto ciò che concerne la fotografia per e nel territorio, contribuendo alla diffusione della cultura fotografica e alla formazione di nuovi appassionati. All’interno di Photohouse ha come incarico preminente di occuparsi della didattica, ad oggi ha strutturato e tenuto 14 corsi di fotografia, tre laboratori sul ritratto fotografico di cui uno per ragazzi, un laboratorio sulle “immagini-flusso”.

Dal 2008 al 2016 ha partecipato a diverse mostre collettive, tra le più rilevanti: “Dell’umano e del Divino” (Enna 2008 e 2013); “via Matris Dolorosae” (Enna 2010); “Paesaggi e Fotografia Naturalistica” mostra regionale FIAF (itinerante 2011); “Enna e i suoi quartieri” (Enna 2013); “Statue di Sicilia” mostra regionale FIAF (itinerante 2013); “Random” galleria Luigi Ghirri (Caltagirone 2014); “Paesaggi nei Paraggi” (Piazza Armerina 2015); “I Vattienti di Nocera Terinese” (Enna 2016).

Nel 2009 e nel 2013 è tra i vincitori del “Nital Foto Contest” partecipando alla pubblicazione dei cataloghi annuali. Negli ultimi anni, a seguito di una collaborazione con “Atelier di Architettura” di Enna ha ottenuto diverse pubblicazioni di settore tra cui una partecipazione al volume “30<40” edito da “letteraVentidue” nel 2012 e una pubblicazione in “IoArch” nel 2013.

Nel 2016, in collaborazione con altri fotografi, pubblica il volume “Due Luglio” per Maurizio Vetri Editore.

Nel 2017 pubblica il volume monografico "La Settimana Santa a Enna - diario visivo di segni e rituali tradizionali" per Maurizio Vetri Editore.

Per l’autore, in fotografia, la sostanza è nella forma e ogni immagine dovrebbe ambire a catturare “le forme del reale secondo cui la bellezza della realtà diventa bellezza espressiva. In fotografia, toccare il livello della bellezza espressiva, vuol dire sempre rendere visibile una verità personale intensa e soggettiva”

“Per me fotografare è un modo per cercare il senso delle cose, mi costringe a fermarmi, a riflettere e a prendere coscienza del mondo”. FM

| e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. |   | phone: +393386313860 |

-